Ebbene sì, ci sono ben 5 buoni motivi per organizzare le vacanze in Sardegna… pensavi ne valesse la pena solo per il mare? La Sardegna offre tante sorprese ai turisti che la visitano, esperienze indimenticabili che vanno ben oltre le spiagge paradisiache. Certo, il mare è un ottimo motivo per sceglierla come meta per le vacanze, ma c’è tanto di più.

Scopriamolo assieme!

1 – Il mare

La maggior parte dei turisti sceglie di andare in vacanza in Sardegna per le spiagge. È difficile trovare eguali a pochi passi da casa, senza doversi spostare in località ben più lontane e costose. Grazie alla sabbia bianca, al mare cristallino e alla cornice naturale che circonda il mare sardo, si ha come la sensazione di nuotare in una piscina naturale davanti a un panorama mozzafiato.

Quali sono le spiagge più consigliate? È difficile fare una selezione e molto dipende dalle caratteristiche che cerchi. Tra le migliori spiagge per famiglie con bambini, facilmente raggiungibili, troviamo:

  • San Teodoro, Olbia-Tempio
  • Alghero, Sassari
  • Cala Domestica, Carbonia-Iglesias
  • Poetto, Cagliari
  • Porto Giunco, Villasimius
  • Tortolì (Lido di Orrì e Lido di Cea), Ogliastra
  • le spiagge di Chia
  • La Caletta, Punta Nera e Girin, Carloforte

Se invece preferisci le spiagge con fondali più alti:

  • Is Arutas e Mari Ermi, Oristano (la spiaggia di quarzo)
  • San Nicolò, Buggerru
  • Le Dune di Piscinas, Arbus

2 – I siti archeologici

Da Nora a Barumini, da Santa Cristina a Tharros, da Monte Prama ad Arzachena, ogni zona della Sardegna presenta siti archeologici affascinanti che riguardano le diverse epoche storiche.

L’area archeologica di Nora, a ridosso del mare cristallino, racchiude una delle aree più prospere dell’epoca fenicio-punica e romana. È considerata una delle città fenice più importanti dell’isola che nel 238 a.C. passò sotto il dominio dei romani. Quest’area è rimasta nascosta per secoli sotto la sabbia fino a quando una mareggiata intorno al 1889 ha riportato alla luce il cimitero fenicio-punico. Gli scavi che seguirono rivelarono i resti del tempio Tanit e la stele di Nora.

A Barumini troviamo invece Su Nuraxi, l’area archeologica risalente al 1500 a.C. che racchiude uno dei villaggi nuragici più grandi dell’isola. Nel 1997 il sito è stato riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Il pozzo di Santa Cristina offre un’altra prospettiva del popolo nuragico. Il santuario è stato uno dei luoghi sacri più importanti del periodo nuragico e conserva ancora oggi intatto il pozzo e il profilo del tempio.

L’area archeologica di Tharros è uno dei musei a cielo aperto più belli dell’isola. Qui sorge uno dei villaggi di origine protostorica, sono presenti due nuraghi e si presume che durante il periodo punico questo sito ebbe una grande importanza per fini commerciali. Ancora oggi è possibile vedere i resti della dominazione romana: terme, acquedotti, rete viaria e molto altro.

A Cabras troviamo il sito archeologico di Monte Prama, particolarmente noto per i Giganti di Mont’e Prama, scoperti in modo casuale nel 1974. Queste statue nuragiche scolpite in pietra raffigurano arcieri, spadaccini e lottatori e sono alte tra i 2 metri e i 2 metri e mezzo.

Ad Arzachena troviamo invece un parco archeologico che riserva dei bellissimi ritrovamenti di età prenuragica e nuragica. Ti suggeriamo una visita al Nuraghe La Prisgiona, alle Tombe dei Giganti Coddu Vecchiu e la Necropoli di Li Muri.

3 – Le città storiche

Visitare Cagliari, Bosa, Alghero, Olbia, Nuoro sono solo alcune delle città più belle che al loro interno possono raccontare come le influenze del passato convivono con le modernità dei nostri giorni.

Senza contare che Cagliari, Alghero e Olbia sono le città che collegano l’isola con il resto del mondo grazie ai loro aeroporti. Da qui è possibile raggiungere la Sardegna e organizzare la propria vacanza. Noleggiare un veicolo o scegliere di raggiungere le mete turistiche grazie ai mezzi pubblici.

4 – Le escursioni

Nel nostro blog ti abbiamo già parlato delle escursioni più belle che è possibile organizzare in Sardegna. Durante la tua vacanza ti suggeriamo di visitare:

  • l’isola della Maddalena
  • l’Asinara
  • escursioni nel golfo di Orosei e la visita alle grotte del Bue Marino
  • trekking nel villaggio nuragico di Tiscali, a Su Gorroppu e a Cala Goloritzè
  • escursioni a cavallo nell’Ogliastra

5 – Il cibo

Non puoi lasciare la Sardegna senza aver gustato le specialità tipiche. In particolare:

  • il pane carasau
  • il pecorino
  • la bottarga
  • la fregola
  • i malloreddus
  • i culurgiones
  • il maialetto
  • le seadas
  • il torrone

Il modo migliore per riuscire a visitare facilmente la Sardegna è scegliendo il noleggio auto all’aeroporto di Olbia, Cagliari o Alghero. Stai cercando una vettura per il tuo viaggio? Scopri il nostro sito e prenota subito la tua macchina!